top of page

WBHC 2023 Rovaniemi FI


L'avventura per i campionati del mondo in Finlandia prende inizio a fine giugno 2023. Un piccola delegazione decide di partire in Camper e affrontare i ben 3'600 Km che li porteranno al circolo polare artico attraversando Germania, Danimarca e salendo tutta la Svezia. Il camper ha pure la funzione di porta bagagli, infatti tutta l'attrezzatura arcieristica ha raggiunto la Finlandia via terra. Il resto della truppa AdQ ha poi preso il volo pochi giorni più tardi e come da programma ci siamo presentati tutti assieme al controllo materiale. Il primo weekend in Finlandia ci ha permesso di vedere alcune attrazioni turistiche quali il villaggio di babbo natale ma allo stesso tempo di acclimatarci al sole e la luce presenti 24 ore.

In Finlandia non eravamo gli unici ticinesi presenti, infatti altre 2 società ticinesi hanno intrapreso l'avventura e cosi il grande gruppo targato TI era composto da 8 AdQ, 10 Arbe (Arcieri del Bellinzonese) e 2 AdF (Arcieri della Foresta).

A livello svizzero erano 72 gli arcieri presenti così la 3a nazione dopo Germania e Austria.

L'affiatamento tra le società si è rivelato ottimo e sottolinea di come questo sport pur essendo individuale a livello di competizione è però molto legato al poter stare assieme e lavorare di squadra indipendentemente dalla società di provenienza. Infatti ecco un piccolo aneddoto: durante il giorno che precedeva la gara notturna ad una nostra arciera si è rotta una piccola parte del suo arco tecnologico: è bastato un piccolo messaggio W-up per attivare un gruppo di arcieri di diverse nazioni che hanno procurato: attrezzi parte sostitutive e conoscenze tecniche e dopo solo un ora l'arco era riparato e pronto per la gara.


Il tiro con l'arco di campagna è forse uno sport poco conosciuto a livello mediatico ma la presenza in Finlandia è stata comunque considerevole, in totale 899 arcieri si sono presentati alla bellissima parata delle nazioni che come ogni grande competizione internazionale apre ufficialmente le competizioni.

I giorni complessivi di gara sono 5 ma ogni arciere deve gareggiare su 4 percorsi differenti avendo così un giorno di pausa. La grandissima particolarità di questi campionati mondiali è stato il tiro con il sole di mezzanotte, infatti una delle 4 gare si è svolta in "notturna" ossia partenza per i percorsi alle 20:00 con inizio tiri alle 21:00. La gara si è protratta così fino alle ore piccole 02:00/03:00 ma appunto sempre sotto la luce del sole (nuvole permettendo). Quest'esperienza resterà per sempre nei ricordi di ogni arciere in quanto il dover dare una prestazione sportiva ad orari e a condizioni veramente inusuali non è cosa da tutti i campionati.

Come scritto sopra lo spirito di cameratesca in questo sport lo fa da padrone ma comunque alla fine si tratta appunto di competere di misurarsi con gli altri arcieri e fare il maggior numero possibile di punti. Penso di poter dire senza ombra di dubbio che il tiro con l'arco è uno sport che gli svizzeri praticano con molta passione e con un buon successo. Infatti ecco il resoconto sportivo della competizione:

 

Medagliere


Arcieri

Medaglie

Oro

Argento

Bronzo

Svizzeri

72

28

12

7

9

di cui Ticinesi

20

11

4

4

3

di cui

AdQ

8

5

2

2

1


 



 

UN MESE DOPO....

Ecco che è trascorso un mese dal rientro dall'esperienza finlandese e la routine degli allenamenti societari in previsione delle prossime gare interne e degli imminenti campionati svizzeri ha ripreso alla grande. Come detto sopra la competizione in Finlandia ha lasciato un gradissimo segno e dei ricordi indelebili! La cosa più bella però è che i ricordi non sono legati al medagliere che senza dubbio sul momento è stato un momento di orgoglio per i medagliati ma anche di rammarico o di sconforto per chi a quella sperata medaglia non ci è arrivato. ma questi ricordi sono tutt'altri...

  • Ci si ricorda dei momenti passati in piazzola, di come si ha avuto dei battibecchi con i compagni del momento ma che a conti fatti si traducono in momenti esilaranti da ricordare.

  • Ci si ricorda di come gli iniziali ostacoli linguistici si sono tradotti in esperienze di comunicazione bellissime.

  • Ci si ricorda del rientro dalla gara notturna dove alla una e mezzo di mattina si incontra un indigeno intento a tagliare l'erba.

  • Ci si ricorda delle renne incontrate viaggiando in bicicletta verso il villaggio.

  • Ci si ricorda di essere stati quasi spazzati fuori dal ristorante alle 21:00 perché loro chiudono e noi non avevamo ancora finito la cena...

  • Ci si ricorda dei bellissimo momenti passati con tutta la truppa ticinese e di come ha consolidato la nostra unione.

  • Ci si ricorda e si cerca di restare in contatto con le fantastiche persone appena conosciute e che condividono questa bellissima passione per il tiro con l'arco.

  • Ma sopratutto ci si ricorda che chi un anno prima era il tuo vicino di campeggio e anche qui è venuto apposta a trovarti per passare assieme una serata indimenticabile invitando gli attuali vicini di campeggio e che in conclusione ci si è dati tutti l'arrivederci in Austria per i campionati europei 2024 (EBHC 2024 - Austria).


 

Ecco alcuni ricordi .....







Comentários


bottom of page